Newsletter UFPD 1/2018: le pari opportunità, il nostro mandato


Programma tematico «Pari opportunità e lavoro»

égalité et travail

L’UFPD ha apportato alla «Conferenza nazionale per l’integrazione delle persone disabili nel mercato del lavoro» la prospettiva delle pari opportunità.

Nel workshop «Promozione di un ambiente di lavoro inclusivo» si è discusso degli adattamenti necessari all’ambiente di lavoro per abbattere le barriere e permettere alle persone con disabilità di lavorarvi agevolmente.

Tra le misure concrete vi è lo sviluppo del marchio iPunkt, un riconoscimento per i datori di lavoro che impiegano persone disabili nel mercato del lavoro primario. Il marchio iPunkt è stato introdotto e testato nella Svizzera nordoccidentale in una fase pilota iniziata nel gennaio del 2013. Con il suo sviluppo contenutistico («iPunkt+») si tratterà di completare i criteri esistenti con criteri che incentivino l’abbattimento delle barriere nell’ambiente di lavoro e promuovano una cultura aziendale inclusiva (p. es. il reclutamento non discriminatorio o la formazione e sensibilizzazione dei superiori). Alla fine del progetto, le conoscenze acquisite saranno messe a disposizione di tutti gli attori interessati, che potranno adattarle ai propri scopi.

Lo sviluppo contenutistico «iPunkt+» dimostra come sia possibile, con un marchio, promuovere un ambiente di lavoro senza barriere nelle imprese del mercato del lavoro primario. Al tempo stesso pone le basi per l’espansione del marchio verso altre regioni economiche. Il progetto «iPunkt+» viene sostenuto dagli aiuti finanziari del DFI per la promozione delle pari opportunità per le persone con e senza disabilità.


Novità dall’Amministrazione federale

A che punto è l’accessibilità elettronica nell’Amministrazione federale?

Il Consiglio federale vuole sapere se le informazioni offerte sui siti Internet dell’Amministrazione federale sono accessibili alle persone con disabilità e ci ha pertanto incaricati di fare il punto della situazione.

L’Amministrazione federale fa tutto il possibile per promuovere l’accessibilità elettronica. Per raggiungere quest’obiettivo, dal 2015 al 2017 è stato attuato un piano d’azione che prevedeva diverse misure per rendere le informazioni e le prestazioni dell’Amministrazione federale accessibili a tutti, anche alle persone con disabilità. Il piano d’azione è ora in fase di valutazione.

Eseguita dalla Scuola universitaria professionale di Berna, la valutazione risponderà alle domande seguenti: le misure previste dal piano d’azione sono state applicate? Se no, perché? Se sì, gli obiettivi sono stati raggiunti? A che punto è l’accessibilità delle informazioni sui siti Internet dell’Amministrazione federale? Come può essere garantita anche in futuro l’accessibilità di Internet?

La valutazione sarà oggetto di un rapporto che sottoporremo al Consiglio federale nell’estate del 2018. Ne attendiamo con impazienza i risultati e, naturalmente, vi terremo aggiornati.

1° Open Accessibility Forum della Confederazione

I servizi on-line della Confederazione devono essere accessibili a tutti senza barriere. Per progredire ulteriormente verso questo traguardo, gli incaricati dei dipartimenti e della Cancelleria federale e la Segreteria per l’accessibilità elettronica nella Confederazione hanno istituito l’Open Accessibility Forum. Il 1° febbraio 2018 vi hanno preso parte oltre 80 collaboratori dell’Amministrazione federale provenienti da tutti i dipartimenti. 

Al forum si è discusso come migliorare la partecipazione delle persone con disabilità promuovendo l’accessibilità senza barriere dei siti della Confederazione. Sono state presentate relazioni sui temi seguenti: l’accessibilità come arricchimento per tutti, le 10 principali barriere elettroniche e gli strumenti per sormontarle, la creazione di PDF accessibili, il plug-in axesPDF for Word, il framework oblique e i problemi di accessibilità cui saranno confrontati i supporti elettronici del futuro. 

In Svizzera vivono oltre 1,4 milioni di persone con disabilità. Per loro la tecnologia dell’informazione e della comunicazione rappresenta un grande potenziale di miglioramento delle pari opportunità e dell’autonomia tanto nella formazione e nella professione quanto nella vita sociale e privata. 

Gli incaricati per l’accessibilità di Internet e la Segreteria per l’accessibilità elettronica nella Confederazione pianificano di organizzare un Open Accessibility Forum all’anno.


Aiuti finanziari

Eine Person arbeitet an einem Dokument mit Grafiken zu einer Projektevaluation

Approcci innovativi alle pari opportunità – Rapporto sugli aiuti finanziari 2017

Le persone con disabilità devono essere integrate in tutti gli ambiti della vita senza incontrare barriere di sorta. Per raggiungere quest’obiettivo, la Confederazione stanzia ogni anno circa due milioni di franchi per finanziare progetti che promuovono le pari opportunità delle persone con disabilità. Ma come vengono distribuiti nella prassi questi fondi? Il presente contributo offre un quadro delle domande pervenute e dei progetti sostenuti nel 2017.


Progetti e dintorni

provisorium 46

Provisorium 46

Nel cuore del quartiere

Un locale commerciale alla moda, pensato per rispondere ai bisogni di tutti e gestito da persone con e senza disabilità? È già realtà con il progetto Provisorium46 dell’associazione Blindspot. Con il suo approccio focalizzato sullo spazio sociale, vuole dimostrare che l’inclusione può essere attraente e vantaggiosa per tutti.

https://www.edi.admin.ch/content/edi/it/home/fachstellen/ufpd/il-nostro-mandato/newsletter/newsletter_UFPD_febbraio_2018.html