Svizzera senza ostacoli

Giswil.JPG

In Svizzera, l’offerta in materia di svago e viaggi senza barriere è in crescita, ma c’è ancora del lavoro da fare. Tramite il progetto «Svizzera senza ostacoli», la nuova associazione che porta lo stesso nome mira essenzialmente a incoraggiare lo sviluppo di nuovi progetti e migliorarne il coordinamento. Inoltre, un’attenzione particolare sarà riservata all’informazione sull’accessibilità di queste offerte, che per il momento è troppo lacunosa e difficile da trovare.

In Svizzera, le possibilità di svago e viaggi senza barriere sono in graduale aumento. L’obiettivo è di permettere a ognuno di approfittare, su un piano di parità, delle numerose offerte esistenti (passeggiate, visite alle città, escursioni, ristorazione, visite di musei e di altri siti di interesse culturale ecc.).

È su questo principio che si basa l’associazione «Svizzera senza ostacoli», fondata alla fine del 2016 e che ha aperto il suo ufficio di coordinamento a Olten nella primavera del 2017. L’associazione raggruppa diverse organizzazioni e associazioni del settore turistico e ha l’obiettivo di coordinare lo sviluppo dei progetti in corso e futuri, ma anche di migliorare la qualità delle informazioni di viaggio messe a disposizione delle persone con disabilità.

Una valutazione intermedia del progetto avrà luogo nel corso del 2018. Permetterà di verificare se le misure adottate stanno dando i loro frutti e se è auspicabile continuare a promuovere il tema dell’accessibilità presso le organizzazioni turistiche.

Ultima modifica 28.11.2017

Inizio pagina

https://www.edi.admin.ch/content/edi/it/home/fachstellen/ufpd/projekte-im-fokus1/tourisme-et-loisirs/barrierefreieschweiz.html