Visita del presidente della Confederazione Berset nel Principato del Liechtenstein

Berna, 05.03.2018 - In occasione di una visita ufficiale del presidente della Confederazione Alain Berset nel Principato del Liechtenstein su invito del principe ereditario Alois del Liechtenstein, lunedì 5 marzo 2018, i due Paesi hanno espresso apprezzamenti sui loro stretti legami. Nell’agenda dell’incontro tra il presidente della Confederazione e il primo ministro Adrian Hasler figuravano temi bilaterali come pure la politica europea della Svizzera e del Liechtenstein.

Il presidente della Confederazione e il primo ministro Hasler hanno espresso i loro apprezzamenti per le strette relazioni bilaterali che intercorrono fra i due Paesi, sancite in oltre 100 trattati. Entrambi i Paesi si adoperano per una cooperazione stretta ed efficace a livello internazionale, segnatamente in seno all'ONU e alla Corte penale internazionale.

Le due delegazioni si sono inoltre intrattenute sul tema della politica europea adottata dai rispettivi Paesi. Il presidente della Confederazione ha sottolineato che la Svizzera è consapevole del particolare impatto che la libera circolazione delle persone ha per il Liechtenstein. Oltre 9000 frontalieri varcano infatti quotidianamente la frontiera svizzera per recarsi nel Liechtenstein a lavorare.

Sono stati inoltre abbordati altri temi attuali come la collaborazione bilaterale in materia sanitaria e culturale. Entrambe le parti condividono l'obiettivo secondo cui in futuro anche i bambini e i giovani del Liechtenstein possano partecipare al programma promozionale Gioventù e Musica.

Nel pomeriggio il presidente della Confederazione Berset ha incontrato Aurelia Frick, ministra degli esteri, della giustizia e della cultura, Mauro Pedrazzini, ministro della sanità, degli affari sociali, della famiglia e delle pari opportunità. In serata è atteso dal principe ereditario Alois e dalla consorte Sophie al castello di Vaduz.


Indirizzo cui rivolgere domande

Peter Lauener, Servizio d’informazione DFI
+41 (0)79 650 12 34, media@gs-edi.admin.ch



Pubblicato da

Segreteria generale DFI
http://www.edi.admin.ch

https://www.edi.admin.ch/content/edi/it/home/dokumentation/comunicati-stampa.msg-id-69985.html