Il consigliere federale Alain Berset riceve i ministri della sanità dei Paesi germanofoni

Zurigo, 15.09.2019 - Oggi e domani, 15 e 16 settembre 2019, si incontrano a Zurigo, su invito del Consigliere federale Alain Berset, i ministri della sanità di lingua tedesca di Germania, Liechtenstein, Lussemburgo e Austria. Le discussioni vertono, tra l’altro, sull’utilizzazione adeguata e sicura dei dati sanitari, a fronte della digitalizzazione nell’ambito della sanità, e su un equo accesso ai medicamenti e alle terapie innovativi.

Uno dei temi in agenda dell'incontro di lavoro è anche l'uso medico e non medico della canapa. In Svizzera attualmente sono in discussione due progetti: il Consiglio federale vorrebbe facilitare l'accesso ai trattamenti farmacologici a base di canapa e permettere il consumo non medico di questa sostanza in progetti pilota strettamente accompagnati.

Nella loro dichiarazione comune, i rappresentanti dei cinque Paesi sottolineano l'importanza di utilizzare appropriatamente i dati sanitari. Si tratta, da un lato, di farne un uso ottimale per migliorare l'assistenza sanitaria e, dall'altro, di garantire l'autodeterminazione informativa del paziente.

Dal 2013 i ministri della sanità dei Paesi germanofoni si incontrano annualmente per uno scambio di opinioni su temi d'attualità. Disponendo di sistemi sanitari simili, i cinque Paesi si trovano a dover affrontare sfide analoghe. Su invito del consigliere federale Alain Berset, al vertice di quest'anno partecipano:

- Jens Spahn, ministro della sanità della Repubblica Federale di Germania;

- Mauro Pedrazzini, ministro degli affari sociali del Principato del Liechtenstein; 

- Étienne Schneider, vice primo ministro e ministro della sanità del Lussemburgo;

- Brigitte Zarfl, ministra del lavoro, degli affari sociali, della sanità e della protezione dei consumatori dell'Austria.


Indirizzo cui rivolgere domande

Peter Lauener, responsabile della comunicazione del DFI, tel. +41 79 650 12 34



Pubblicato da

Segreteria generale DFI
http://www.edi.admin.ch

https://www.edi.admin.ch/content/edi/it/home/dokumentation/comunicati-stampa.msg-id-76411.html