Autorità federale di vigilanza sulle fondazioni

Covid-19: attività delle fondazioni nel 2020 e sedute del consiglio di fondazione

La situazione causata dal Covid-19 ha un forte impatto anche sulle fondazioni e può occasionalmente influenzare le loro attività per diverse settimane. Siamo consapevoli di questa situazione straordinaria. Tuttavia rendiamo le fondazioni sotto la nostra vigilanza attente al fatto che l'intero patrimonio della fondazione, compresi i fondi vincolati, deve comunque sempre essere impiegato in conformità allo scopo e allo statuto della fondazione.

Sedute del consiglio di fondazione

A causa della difficile situazione attuale, i consigli di fondazione possono svolgere le proprie sedute tramite telefono o in videoconferenza oppure decidere mediante circolazione degli atti anche se ciò non è previsto dallo statuto. Si consiglia di includere queste possibilità nello statuto nell'ambito di una futura modifica statutaria.

Vi chiediamo di prenderne nota e vi auguriamo buona salute!

Proroga generale del termine per l’inoltro del rendiconto dell’esercizio 2019


A causa dell’emergenza epidemiologica (Coronavirus) i documenti concernenti il rendiconto dell’esercizio 2019 possono esserci eccezionalmente inoltrati entro il 30 settembre 2020 (anziché il 30 giugno). Al riguardo NON deve pertanto essere richiesta alcuna proroga. La proroga generale del termine non vale per i rendiconti arretrati (fino all’esercizio 2018 incluso).

Non può essere concessa alcuna proroga se la fondazione è in situazione d’eccedenza di debiti o insolvente per un periodo di tempo prolungato. Se vi è il timore fondato che una fondazione sia in una situazione d’eccedenza di debiti o sia insolvente per un periodo di tempo prolungato, l’AVF dev’esserne imperativamente e immediatamente informata. L’organo superiore della fondazione e l’ufficio di revisione devono inoltre adottare i provvedimenti di cui all’articolo 84a del Codice civile (CC).


COVID-19-Epidemia
 

A causa dell’emergenza epidemiologica (COVID-19, Coronavirus), i dipendenti dell'Autorità federale di vigilanza sulle fondazioni lavorano principalmente da casa.

Rimaniamo comunque raggiungibili normalmente per posta ed e-mail (stiftungsaufsicht@gs-edi.admin.ch).

Tuttavia tutte le riunioni sono annullate fino a nuovo avviso.

Abbiamo preso nota delle difficoltà riscontrate anche dalle fondazioni nel rispettare le scadenze. Ne terremo conto al momento di concedere una proroga del termine.

Vi ringraziamo per la vostra comprensione.

 

Integrata nella Segreteria generale SG del Dipartimento federale dell'interno DFI, l'autorità federale di vigilanza esercita la vigilanza sulle fondazioni di utilità pubblica attive sul piano nazionale e internazionale. Non rientrano nel suo campo di competenza gli istituti di previdenza.

L'attività di vigilanza si fonda principalmente sulla giurisprudenza del Tribunale federale in merito all'articolo 84 capoverso 2 del Codice civile svizzero (CC; RS 210), che recita: «L'autorità di vigilanza provvede affinché i beni siano impiegati conformemente al fine della fondazione». Può rivolgersi a un'autorità di vigilanza chi intende istituire una fondazione, chi ha domande in merito all'attività di una fondazione o chi intende presentare una denuncia.

L'autorità federale di vigilanza svolge principalmente i compiti seguenti:

  • esame preliminare (facoltativo) dei progetti di fondazione;
  • esame dell'assoggettamento delle fondazioni alla vigilanza;
  • verifica annuale dei rendiconti;
  • approvazione delle modifiche dell'atto costitutivo, dello statuto e di eventuali regolamenti;
  • approvazione delle soppressioni di fondazioni;
  • fusioni e trasferimenti di patrimonio;
  • esonero dall'obbligo di revisione;
  • consulenza ai fondatori e agli organi delle fondazioni.

L'autorità federale di vigilanza ha inoltre la competenza di giudicare e decidere su istanze o denunce formali presentate da terzi, che vertono sulla legittimità delle attività della fondazione o dell'operato degli organi della fondazione. Il diritto mette a disposizione dell'autorità federale di vigilanza un ampio ventaglio di provvedimenti, che possono essere ordinati d'ufficio o su richiesta motivata di terzi. I provvedimenti, imposti in base al principio della proporzionalità, sono l'ammonimento, la prescrizione, le misure sostitutive, la revoca di determinati organi della fondazione e, nel caso più grave, lo scioglimento della fondazione.

L'autorità di vigilanza non ha competenze di polizia: eventuali perquisizioni domiciliari, confische e simili possono essere condotte unicamente dalle autorità incaricate del perseguimento penale.

 
 
 
 
 

Ulteriori informazioni

Contatto

Autorità federale di vigilanza sulle fondazioni
Inselgasse 1
3003 Berna

Segreteria:
09:00 - 11:30 / 14:00 - 16:00

Tel.
+41 58 462 51 49
+41 58 481 83 47
Fax
+41 58 462 80 32

E-mail

Stampare contatto

Digitalizzazione dell’Autorità federale di vigilanza sulle fondazioni

L’Autorità federale di vigilanza sulle fondazioni (AVF) intende digitalizzare i processi interni e la gestione dei contatti con i clienti nei prossimi anni. La trasformazione sarà realizzata nel quadro del progetto eESA.

https://www.edi.admin.ch/content/edi/it/home/fachstellen/eidgenoessische-stiftungsaufsicht.html