Educazione e formazione

école inclusive
© Maurizio Gambarini - Keystone

Per realizzare le pari opportunità nel settore dell’istruzione, l’approccio didattico non deve essere uguale per tutti, ma differenziato secondo le esigenze dei singoli. Ciò presuppone uno sguardo scevro da pregiudizi e non focalizzato soprattutto su aspetti economici.

La Costituzione federale vieta espressamente la discriminazione in ragione di disabilità fisiche, mentali o psichiche. La legge sui disabili (LDis) precisa il significato di questo divieto nell’istruzione, definendo condizioni quadro che agevolano i percorsi di formazione e formazione continua delle persone con disabilità. I Cantoni sono obbligati a tenere conto della Costituzione federale e delle disposizioni della LDis nella loro legislazione.

In sostanza la LDis chiede che i bambini e gli adolescenti disabili siano integrati nelle strutture ordinarie, a condizione che questo sia per il loro bene. Le decisioni non devono basarsi su pregiudizi o avere come unico scopo lo snellimento del sistema scolastico.

Vivere insieme l’età prescolastica

L’inclusione nelle strutture ordinarie comincia già prima dell’età scolare. Tutti i bambini, con o senza disabilità, devono poter frequentare una struttura di custodia extrafamiliare, quali gli asili nido o i gruppi di gioco. Le offerte di custodia prescolastiche creano le basi che permetteranno ai bambini di capirsi e di imparare e giocare insieme.

L’estensione dell’offerta educativa ai bambini disabili rappresenta un grande aiuto per i genitori, che hanno così la possibilità di conciliare meglio la vita professionale con il difficile compito di accudire un figlio disabile.

Percorsi scolastici comuni

A scuola non s’impara soltanto a leggere e a scrivere: si stringono anche amicizie e si acquisiscono varie competenze (sociali). Permettere a tutti i bambini di frequentare la scuola regolare, tenendo naturalmente conto delle esigenze specifiche degli alunni disabili, è quindi una delle premesse basilari per le pari opportunità nell’istruzione.

La LDis non prevede il diritto all’eliminazione di svantaggi nell’istruzione scolastica di base. A determinate condizioni è tuttavia possibile appellarsi direttamente al divieto di discriminazione sancito dalla Costituzione federale o al diritto a un’istruzione scolastica di base sufficiente.

Pari opportunità fino alla laurea

Al giorno d’oggi la formazione dura tutta la vita. Spesso tuttavia le offerte di formazione e formazione continua non tengono sufficientemente conto delle esigenze degli studenti con disabilità.

Eppure molti ostacoli potrebbero essere eliminati o perlomeno ridotti. Per gli studenti ipovedenti, ad esempio, i documenti elettronici rappresentano una facilitazione; i sordi, invece, hanno bisogno di appositi impianti speciali per fruire appieno dell’insegnamento. Infine, la durata e l’assetto delle offerte formative, in particolare degli esami, devono rispondere alle esigenze delle persone con disabilità.

https://www.edi.admin.ch/content/edi/it/home/fachstellen/ufpd/pari-opportunita/bildung.html