Basi legali

Istruzione scolasitca di base

Costituzione federale

Conformemente all'articolo 62 capoverso 1 della Costituzione federale, il settore scolastico è di competenza dei Cantoni, che lo disciplinano in una legislazione specifica (leggi sulla scuola ecc.). Tutte le leggi cantonali in materia prevedono disposizioni sull'integrazione dei bambini e dei giovani disabili nella scuola di base.

La Costituzione federale definisce infatti alcuni principi cui i Cantoni devono attenersi nella regolamentazione del settore scolastico.

Particolare importanza è rivestita dall'articolo 19, che sancisce il diritto fondamentale di tutti i bambini e giovani residenti in Svizzera a un'istruzione scolastica di base sufficiente e gratuita. Per i bambini disabili, la scolarizzazione di base è considerata sufficiente quando è adeguata alle loro esigenze specifiche.

Nell'impostazione dell'istruzione scolastica di base, i Cantoni devono ottemperare al divieto di discriminazione di cui all'articolo 8 capoverso 2. Questo significa che gli allievi disabili non devono essere scolarizzati in condizioni di svantaggio, a meno che non vi siano fondati motivi per una disparità di trattamento.

Legge sui disabili (LDis)

La legge sui disabili definisce i principi di base per l'istruzione di bambini e giovani disabili. Secondo l'articolo 20 i Cantoni devono provvedere a che i bambini e gli adolescenti disabili possano beneficiare di una scolarizzazione di base adeguata alle loro esigenze specifiche (cpv. 1), promuovendo in particolare "l'integrazione dei fanciulli e degli adolescenti disabili nelle scuole regolari mediante forme di scolarizzazione adeguate, nel limite del possibile e per il bene dei fanciulli e degli adolescenti disabili" (cpv. 2). La concretizzazione di queste disposizioni è di competenza dei Cantoni. Dall'articolo 20 non può quindi essere direttamente dedotto alcun diritto individuale degli interessati.

Scolarizzazione speciale 

L'articolo 62 capoverso 3 della Costituzione federale prevede che i Cantoni provvedano a una sufficiente istruzione scolastica speciale per tutti i bambini e giovani disabili, fino al massimo al compimento del ventesimo anno di età.

L'offerta di misure di scolarizzazione speciale è definita dai Cantoni, nella cui competenza rientra anche l'attribuzione dei singoli provvedimenti. Le prestazioni previste sono le seguenti: consulenza e sostegno, educazione pedagogico-curativa precoce, logopedia, terapia psicomotoria, misure pedagogiche speciali nella scuola regolare o nella scuola speciale, assistenza in strutture diurne o soggiorno stazionario in istituti di pedagogia speciale.

Al fine di coordinare le misure di pedagogia speciale dei singoli Cantoni è stato elaborato l'accordo intercantonale sulla collaborazione nel settore della pedagogia speciale (concordato sulla pedagogia speciale). Entrato in vigore il 1° gennaio 2011, alla fine di marzo del 2012 l'accordo era stato firmato da 12 Cantoni. Inoltre, indipendentemente dall'adesione o meno al concordato, ogni Cantone è tenuto a definire le proprie misure di pedagogia speciale in un apposito piano.

Formazione e perfezionamento

Legge sui disabili (LDis)

Formazione e perfezionamento rientrano espressamente nel campo d'applicazione della legge sui disabili, che distingue tra offerenti privati e pubblici.I corsi di formazione o perfezionamento offerti da privati sono considerati prestazioni ai sensi dell'articolo 6. È quindi vietata la discriminazione. Nel caso delle offerte private, si è in presenza di discriminazione quando i disabili sono trattati in maniera palesemente diversa e gravemente pregiudizievole allo scopo o con la conseguenza di umiliarli o emarginarli.

Le offerte pubbliche vanno impostate in modo da non svantaggiare gli iscritti disabili.

Gli studenti disabili hanno in particolare il diritto di richiedere i mezzi ausiliari o l'assistenza personale necessari. Inoltre, la durata e l'impostazione dei corsi e degli esami devono tener conto delle loro particolari esigenze.

Legge sulla formazione professionale

Al contrario del settore scolastico, la formazione professionale è di competenza della Confederazione. Tra gli obiettivi della legge federale sulla formazione professionale vi è l'eliminazione di svantaggi nei confronti dei disabili.

L'eliminazione di svantaggi nei confronti dei disabili mediante offerte e tipi di formazione adeguati è per esempio parte del mandato di formazione della scuola professionale di base.

La legge sulla formazione professionale consente inoltre di concludere la formazione professionale di base dopo due anni con un certificato federale di formazione pratica invece che dopo tre o quattro anni con l'attestato federale di capacità. Il certificato di formazione pratica è una qualifica meno impegnativa che può rappresentare una valida alternativa per giovani disabili o con difficoltà di apprendimento.

https://www.edi.admin.ch/content/edi/it/home/fachstellen/ufpd/pari-opportunita/bildung/rechtliche-grundlagen.html