Accessibilità elettronica

Accessibilità elettronica

Anche nel mondo digitale, per realizzare le pari opportunità è fondamentale eliminare le barriere. Affinché le persone con disabilità possano usufruire dei vantaggi della digitalizzazione, occorre garantire sistematicamente l’accessibilità elettronica.

Il costante progresso delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione schiude soprattutto alle persone disabili possibilità sempre nuove di partecipare alla vita sociale. Internet, ad esempio, consente di raccogliere informazioni restando a casa o di sbrigare incombenze amministrative attraverso sportelli on-line. Ma è un mezzo importante anche sotto il profilo della socializzazione.

L’accesso ad apparecchi tecnici e alle possibilità offerte da Internet deve essere garantito a tutti in ugual misura. A tal fine occorre tener conto delle esigenze delle persone con disabilità già nella fase di progettazione delle offerte digitali. 

Capire i molteplici aspetti dell’accessibilità elettronica

In Svizzera vivono oltre 1,4 milioni di persone con disabilità, vale a dire una persona su sette. La molteplicità delle barriere che queste persone incontrano on-line è una sfida per l’accessibilità elettronica. Una persona con mobilità ridotta, ad esempio, ha bisogno di adeguamenti diversi da quelli destinati agli ipovedenti.

Per garantire l’accesso senza barriere a Internet occorre in primo luogo capire i molteplici aspetti dell’accessibilità elettronica. In secondo luogo va assicurato l’effettivo impiego dei numerosi strumenti volti a eliminare gli ostacoli in Internet tra cui, ad esempio, i sistemi che consentono di trasmettere le informazioni nella lingua dei segni o in linguaggio semplificato, le applicazioni per la sintesi vocale o le tastiere speciali o virtuali azionabili senza mouse.

Creare apposite strutture per promuovere l’accessibilità elettronica

Spesso bastano piccoli provvedimenti per migliorare notevolmente la qualità dell’accesso, ad esempio la creazione di apposite strutture, la pubblicazione di informazioni precise e complete, la messa a disposizione di strumenti di ricerca semplici o l’impostazione di contrasti cromatici opportuni. A questi provvedimenti si aggiungono ulteriori possibilità per rendere i siti web più accessibili a un gran numero di persone.

Diversi elenchi di consigli e link e svariati servizi specializzati offrono un quadro dei possibili provvedimenti.

Attuare il piano d’azione «Accessibilità elettronica» entro il 2017

La Confederazione ha dato il buon esempio, adottando nel 2015 un piano d’azione per l’accessibilità elettronica finalizzato a garantire l’accesso senza barriere a tutta la sua offerta digitale. L’obiettivo del piano d’azione è di integrare le prescrizioni di legge sull’accessibilità elettronica nei processi di lavoro e nelle strutture rilevanti della Confederazione entro il 2017. 

Dell’attuazione delle misure previste dal piano d’azione è incaricato il gruppo di lavoro interdipartimentale «Internet senza barriere», coadiuvato nel suo lavoro dalla Segreteria per l’accessibilità elettronica nella Confederazione, integrata nell’UFPD. Con questo progetto la Confederazione concretizza le diposizioni della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità.

Maggiori informazioni

https://www.edi.admin.ch/content/edi/it/home/fachstellen/ufpd/pari-opportunita/internet-e-accessibilita.html