Politica in favore delle persone disabili

Entrata in vigore nel 2004, la legge federale sull’eliminazione di svantaggi nei confronti dei disabili (LDis) sta dando i suoi frutti. La valutazione della sua efficacia effettuata nel 2015 e il rapporto della Svizzera sull’attuazione della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità (CDPD) rilevano un netto miglioramento della situazione dei disabili.

Il miglioramento è riconducibile soprattutto ai provvedimenti che garantiscono l’accesso alle infrastrutture (edifici e trasporti pubblici) e ad altre iniziative, quali il piano d’azione «Accessibilità elettronica» finalizzato ad abbattere le barriere nell’accesso al mondo digitale. Di grande importanza anche il potenziamento dell’integrazione professionale dei beneficiari di rendite AI e l’introduzione del contributo per l’assistenza.

Consolidare le pari opportunità
Si osserva tuttavia che le prescrizioni della Costituzione federale e della LDis in favore dei disabili sono attuate in misura ancora insufficiente. Questa situazione sembra avere sostanzialmente due spiegazioni: da una parte l’assenza di una visione comune delle pari opportunità dei disabili, dall’altra la mancanza, per il momento, di un’attuazione trasversale delle disposizioni costituzionali in tutti gli ambiti della vita interessati.

Futuro orientamento della la politica in favore delle persone disabili
Sulla base della valutazione della LDis (2015) e del primo rapporto della Svizzera sull’attuazione della CDPD (2016), il Consiglio federale ha definito il suo futuro orientamento: la politica in favore delle persone disabili deve rinforzare le pari opportunità e la partecipazione dei disabili in tutti gli ambiti della vita. Ha inoltre incaricato il Dipartimento federale dell’interno (DFI) di elaborare entro la fine del 2016 proposte per migliorare il coordinamento delle misure federali e cantonali e inserire meglio la promozione delle pari opportunità dei disabili nei settori chiave, quali la formazione o il lavoro.

Rapporto del DFI
Il rapporto del DFI sottoposto al Consiglio federale l’11 gennaio 2017 definisce otto obiettivi e quindici misure per migliorare le pari opportunità, la collaborazione in rete, la gestione strategica e la trasparenza nella politica in favore delle persone disabili. L’obiettivo principale è la promozione dell’integrazione professionale. Per contribuire alla sua realizzazione, l’Ufficio federale per le pari opportunità delle persone con disabilità ha avviato il programma tematico «Pari opportunità e lavoro».

In occasione della sua seduta dell’11 gennaio 2017, il Consiglio federale ha preso atto delle proposte e incaricato il DFI di approfondirle e concretizzarle con i Cantoni e le associazioni interessate e di sottoporgli un nuovo rapporto alla fine del 2017.

Compito principale
Il compito principale consiste nel radicare la politica federale e cantonale in favore delle persone disabili come compito trasversale duraturo coordinato a tutti i livelli istituzionali. Per poterlo realizzare è necessario creare condizioni quadro adeguate. Questo compito permetterà di sviluppare misure per promuovere le pari opportunità dei disabili nei settori chiave e di migliorarne la gestione strategica.

Informazioni complementari

Ultima modifica 03.01.2018

Inizio pagina

https://www.edi.admin.ch/content/edi/it/home/fachstellen/ufpd/politique-nationale-du-handicap.html